SOLARE TERMICO

Che cos’è un impianto solare termico

helioblock-300lv2-341275-format-flex-heightGli impianti solari termici sono dispositivi che permettono di catturare l’energia solare, immagazzinarla e usarla nelle maniere più svariate, in particolare per la Produzione dell’Acqua Calda Sanitaria, indispensabile per le nostre esigenze quotidiane.

Gli impianti sono composti essenzialmente da 2 componenti

1.Il collettore termico (tipicamente piano o in tubi sottovuoto), cattura l’energia termica prodotta dai raggi solari attraverso un fluido detto “primario”

2.l’accumulo è dove passa l’acqua da riscaldare che attraverso un sistema di serpentine (tipicamente in acciaio) riceve il calore raccolto dal fluido primario.Gli impianti solari termici possono essere a circolazione naturale oppure a circolazione forzata.

La circolazione naturale ha l’accumulo sopra il collettore in modo che il fluido caldo del collettore salga in modo naturale verso l’accumulo creando una circolazione continua del fluido che si riscalda nel collettore e si raffredda nell’accumulo.

La circolazione forzata è un impianto più complesso che prevede un accumulo lontano dal collettore e il fluido primario viene fatto circolare dal collettore all’accumulo con l’ausilio di pompe dedicate.

Questo sistema consente la realizzazione di sistemi più completi ed integrabili con altre fonti energetiche, quali aria (attraverso le pompe di calore) e gas.

 

I collettori solari

250px-Solar_water_heating_schema

Il “collettore solare” o pannello solare è il dispositivo base su cui si basa questa tecnologia. I collettori sono attraversati da un fluido termovettore incanalato in un circuito solare che lo porterà ad un accumulatore. L’accumulatore ha la funzione di immagazzinare più energia termica possibile al fine di poterla usare successivamente al momento del bisogno. Ne esistono di vari tipi, i più recenti sono i tubi sottovuoto che hanno un alto rendimento ma sono più soggetti a rotture.

Composizione impianto solare termico

Un impianto solare termico è composto sempre almeno dalle seguenti unità:

  • uno o più collettori che cedono il calore del sole al fluido; ne esistono di vari tipi, dalla semplice lastra di rame percorsa da una serpentina e pitturata di vernice nera, al pannello selettivo trattato con biossido di titanio (TINOX) all’assorbitore sottovuoto. Nei primi due casi l’assorbitore è protetto da un vetro temperato, che può essere prismatico;
  • un serbatoio di accumulo del fluido.

Vista nel dettaglio di un collettore solare

Screenshot 2016-10-22 17.01.41